lunedì 14 agosto 2017

“RADIO KILLED THE VIDEO STAR...ON MONDAY”
La rubrica “Radio killed the video star...on monday” si occupa di quelle radio (web-radio e fm-radio) che gratuitamente offrono spazio alla musica emergente / indipendente nel tentativo di dare visibilità a certe sonorità per il solo piacere di farlo; con lo stesso piacere quest’oggi siamo in compagnia di Leonardo (Leo Speaker) Campagna direttore esecutivo della programmazione di Radio Music of the World e a lui abbiamo fatto qualche domanda :

Ciao Leonardo, innanzitutto grazie per aver accettato di raccontarci qualcosa in più sulla tua radio; vediamo, secondo quanto riportato tra le note informative il modo più giusto di descrivere la radio è : RADIO MUSIC OF THE WORLD una radio web nata il 29 giugno 2014 e il cui fondatore è Leonardo Campagna. Si ascolta solamente la musica di Artisti Indipendenti di tutto il mondo.
La musica va ascoltata nella sua integrità, a prescindere dall'artista che la esegue. La musica sprigiona emozioni forti che arrivano dritte al cuore.
La prima domanda : nel 2017 è ancora possibile avere radio e artisti indipendenti?
Certo che si, gli artisti indipendenti offrono tanto di quella musica che non basterebbe una vita per diffonderla e ascoltarla tutta, una musica fatta con tanta passione e con tanta bravura, io sono molto fiero degli artisti che trasmetto.

La tua radio è molto giovane, che cosa ti ha spinto a darle vita?
La mia radio ha piu' di tre anni di vita e sinceramente il vero motivo che mi ha spinto ad aprirla è la mia grande passione per la musica. A prescindere da chi la compone o la esegue.

Se possibile : sei più innamorato della radio o della musica che la radio trasmette?
Una risposta semplice. Ovviamente della musica che trasmette.

Secondo te le differenze sostanziali tra la ormai vecchia radio fm e la web radio quali sono?
Esempio stupido: io facevo parte di una radio libera e quando viaggiavo fuori regione non potevo ascoltarla. La radio web, invece, basta avere la connessione ad internet la puoi ascoltare ovunque e tutti possono, teoricamente, ascoltarla.

La telefonata in diretta è stata del tutto soppiantata dalla chat?
Sinceramente a me la chat non piace molto, penso che la telefonata in diretta è cool.

Che tipo di rapporto hai con gli artisti presenti nella tua programmazione? Sono loro a trovare te o ti capita anche di essere tu a scoprirli?
Il rapporto che ho con loro è semplicemente fantastico. Ci sono alcuni che sono predestinati. Nella loro musica e nel loro modo di fare c'è un qualcosa di sublime, di fantastico, che viene dritto dal cuore e arriva dritto al cuore di chi l'ascolta. Molti artisti mi cercano e cercano la mia radio, altrettanti, invece, sono io a cercarli.

A proposito : in che modo può contattarti chi volesse sottoporti musica inedita da trasmettere e che tipo di requisiti deve avere?
Puo' contattarmi attraverso i social, tramite il sito web e tramite la mail della radio. La musica che trasmetto è prettamente musica sotto licenze Creative Commons, Patamu e Soundreef, con liberatorie di tutti gli aventi diritto alle royalties.

Nel corso di questi anni di attività puoi dire di aver visto dei cambiamenti (in meglio o peggio) nel genere delle proposte che ti arrivano?
Sicuramente in meglio. Molti artisti li trovo eccezionali, la loro musica è veramente fantastica, di ottima qualità e caratura.


Che consiglio ti senti di dare a chi produce musica e vuole raggiungere il pubblico della web radio?
Io punterei sul fatto che l'artista in qualche modo deve interagire con la radio che trasmette la sua musica, dare il proprio sostegno, promuovere le iniziative della radio stessa. Se la radio è piu' visibile, piu' visibile è l'artista.

Il tuo desiderio ancora chiuso in un cassetto…se potessi iniziare un nuovo programma di che tipo sarebbe?
Non sarebbe un programma nuovo, ma sicuramente tratterebbe ogni singolo artista con la sua musica e la sua biografia. Mandare una selezione della sua musica e ripercorrere la sua carriera artistica.

Creative Commons e Copyleft sono termini che indicano musica libera e a giudicare da quanto si può sentire anche sulla tua radio anche sinonimo di qualità al pari della musica sotto siae, cosa ne pensi?
Direi che ha perfettamente ragione, anzi io credo che sia molto piu' bella. Ogni giorno cerco di scoprire musica nuova, artisti nuovi, generi nuovi e direi con ottimi risultati.
Mi scuso con l'italiano.


per cortesia mi consiglieresti qualche nome da andare ad ascoltare fra i primi che ti vengono in mente e che trasmetti regolarmente?


Inizio con la lista degli artisti da inserire nel blog : per i cantautori suggererei Leila, Vincenzo Peretti, per i menestrelli Mario Salis e Silvano Staffolani, per il genere jazz Pasquale Ubaldini e Angus, un mix tra folk, cantautorato e reggae direi Malamanera, tra i giovani gruppi sicuramente Il Terzo Istante, poi un mix tra il folk, hard rock e jazz direi "Isolati Fenomeni", per quanto concerne la musica strumentale di ogni genere i vari Leonardo Raffaelli alias Animapersa, Roger Subirana, Fabio Santangelo, Dina Madi, poi ancora i vari Vittorio Gerlini, Javi de House, Putsasoll, Dino Occhinegro e infine, mi fermerei qui, ma nella radio ci sono tantissimi altri artisti che non basta una pagina per elencarli tutti non prima però di aver citato Mattia Vlad Morleo e la sua musica classica, nella musica strumentale di ogni genere Adele Vivari e il grande Paolo del Prete. Per il Rock Eva Milan. Per quanto concerne artisti non presenti nelle creative commons citerei Imran Ahmed, Jerry Hull, Ivar Sigurbegsson, The Counteracts, ecc. Per tutti gli altri vi invito a visitare il sito della radio. Mi scuso se non ho citato tutti gli altri artisti che io amo tantissimo, sicuramente ci saranno altre occasioni.

Grazie Leonardo per la tua cortesia e a tutti voi appuntamento con l’ascolto su : http://www.radiomusicoftheworld.cloud/
Grazie a voi
  


sabato 5 agosto 2017

SIBILLA, ADDIO - di Gloria Castellana 
“Figura misteriosa, un po’ Madonna un po’ sciamana, Sibilla era ben conosciuta dalla gente dei Monti Sibillini. La cercarono principi, cavalieri, perfino imperatori, ma anche tanta gente semplice e comune. Alcuni volevano conoscere il proprio destino, altri ottenere grazie per sé e la propria famiglia. Tutti pensavano che Sibilla custodisse il segreto di acque miracolose e perenni, di erbe preziose e curative”.
Emblematica la figura della Sibilla, ancora così presente nell’Italia centrale tanto da ricorrere spesso quale figura ispiratrice nell’arte espressa in tanti modi; Gloria Castellana lo fa in quello a lei più congeniale, la scrittura e sotto forma di fiaba torna a occuparsi della tradizione e dei misteri del nostro entroterra. Una “fiaba dedicata alla gente dei Sibillini” si legge appena aperto il libro, perché non si può non andare con il pensiero proprio alle persone che ai Sibillini appartengono, per nascita, per residente o perché li hanno sempre sotto gli occhi se non sotto i piedi. “C’era una volta un re”…e, come da migliore tradizione, ha inizio la narrazione. Una fiaba va letta per intero, o ascoltata nella sua narrazione, quindi è inutile che ve la riassuma qui, va però riportato di come la figura della Sibilla, in questo racconto, ha una valenza prettamente positiva; in effetti spesso è associata al male, non ha niente di benevolo e anzi è molto vicina alla tipica “strega”. Per fortuna Gloria riporta al giusto benigno valore questa antica donna, vicina e protettrice di tutte le madri. All’interno del libricino sono presenti anche alcune foto che aiutano a entrare in questo mondo “fatato” e che ricordano come spesso il fantastico vada a fondersi con il reale lasciando evidenti tracce. “Sibilla, addio” il titolo sembra suggerire un allontanamento definitivo della grande signora…ma sarà davvero così o è solo un arrivederci fino al prossimo incontro? Sarebbe da porre la domanda proprio a Gloria Castellana. Nel frattempo leggetevi la storia che ha saputo immaginare e perdetevi per un po’ in mezzo ai monti sibillini e ai suoi misteri.

Buona lettura.

Per avere copia del libro potete contattare direttamente l'autrice alla mail : gloriacastellana@gmail.com  




mercoledì 26 luglio 2017

Lunedì 31 luglio 2017 sarò ospite nuovamente (insieme a Paolo Polverini - Lorenzo Cantori e Cesarina Camilletti) di Carla Palazzi per la presentazione del suo libro "di terra e di sangue". Su youtube è comunque disponibile il video della precedente presentazione a Villa Musone. 


venerdì 14 luglio 2017

Per chi non ha avuto modo di ascoltare l'intervista che Chiara Pavoni mi ha fatto e andata in onda su Commons Radio il 19 giugno 2017 (www.commonsradio.net) ora può riascoltarla da you tube.




martedì 11 luglio 2017

Carla Palazzi ha scritto un bellissimo libro "di terra e di sangue" e nelle prossime presentazioni pubbliche sarò presente insieme ad alcuni amici per rendere ancora più vive le sue parole. Per chi è in zona ci vediamo il 21 luglio a Villa Musone di Loreto. "Tu sì bella (ma troppo sfacciata) è un valzer che nasce proprio da un brano del libro dove un innamorato (ex innamorato in realtà) canta il suo disappunto per un presunto tradimento a quella che era la sua fidanzata mettendo così fine alla loro relazione...poi...




lunedì 10 luglio 2017

Anche quest'anno alcune mie composizioni saranno presenti 
alla serata di Poesia e Musica che organizza 
il Comune di Castelleone di Suasa (AN), 
voce recitante Donatella Fratini. 
Domenica 06 agosto 2017 ore 21:15 
- Piazza Ortensio Targa - Comune di Castelleone di Suasa (AN).
I brani selezionati : "OFELIA" e "UNA RIFLESSIONE A DUE VOCI"


giovedì 13 luglio a Moie di Maiolati (AN)