lunedì 21 agosto 2017


“RADIO KILLED THE VIDEO STAR...ON MONDAY”
La rubrica “Radio killed the video star...on monday” si occupa di quelle radio (web-radio e fm-radio) che gratuitamente offrono spazio alla musica emergente / indipendente, nel tentativo di dare visibilità a certe sonorità per il solo piacere di farlo; con lo stesso piacere quest’oggi ospitiamo Claudio Siepi e la sua “radio incredibile”
Claudio grazie per aver accettato di parlarci di “radio incredibile”, la prima domanda da farti non può dunque che essere : incredibile perché?
L'associazione Radio Incredibile costituita nel maggio 2009 è una piattaforma multimediale di musica e life sharing che utilizza la radio come strumento media educativo per l’ Espressione del territorio, la Media educazione e l’ Inclusione sociale.
Il punto di contatto tra questi contesti è l’attività di produzione radiofonica: un grande contenitore in grado di creare e alimentare contenuti unici e significativi nonché un canale di comunicazione per dare visibilità alle diverse realtà aggregative presenti nella regione Marche compresi spazi sociali
marginali o difficili.
Tu sei uno dei co-fondatori e responsabile per il laboratorio di idee, un laboratorio sempre in fermento vista la gran quantità di attività e di temi che passano per la radio. Si dimentica spesso che proprio la radio svolge un servizio sociale di educazione e vetrina del territorio, e i vostri microfoni sono del resto aperti a tante associazioni che del sociale fanno la loro ragione di vita, vista l’importanza del vostro operato riuscite ad avere nessun aiuto pubblico?
Per scelta fondante abbiamo sempre declinato sponsorizzazione e non abbiamo mai richiesto donazioni dirette. Come tutti gli operatori del Terzo Settore, perché tali ci riteniamo, riusciamo a portare avanti il nostro operato grazie al sostegno di Bandi Pubblici e Privati. Non è moltissimo, ma rappresenta la nostra linfa vitale.
Pensi ci siano sostanziali differenze tra la web radio e la radio fm? E secondo te la prima finirà per sostituire la seconda o possono convivere ancora per molto tempo?
Il cinema non ha ucciso il teatro, lo ha cambiato. La televisione non ha ucciso il cinema, lo ha cambiato. La radio via web, più che il concetto limitante di web-radio, è un’estensione della vita radiofonica, non una sua sostituzione. Come ha scritto Cirri nel suo ultimo libro, la radio, intesa come mobile/elettrodomestico/momento aggregante non esiste più da tempo, ma rinasce in mille dispositivi diversi. Non si può parlare di sostituzione, ma di evoluzione del media.
Differenze? La radiofonia web rappresenta sicuramente un’offerta più eterogenea e, passami il termine, schizofrenica di quella in etere. Trovi tanti prodotti di personalità e dirompenti, ma trovi anche tanta fuffa personale/autoreferenziale.
 
La possibilità di riascolto dei programmi (podcast) è sempre più gradita da chi pratica il web, tu preferisci la “diretta” o la registrazione per la successiva messa on line dei programmi?
Nel 2009 eravamo in pochissimi a credere nei podcast, eravamo considerati come fratelli minori e sfortunati dello streaming web. Ora le web-radio via streaming stanno morendo epidemicamente nello scontro con i prodotti web figli delle FM, mentre spopola il podcast (professionale, hobbystica, teatrale) che ha una maggiore compiutezza mediale e una migliore godibilità.
Il podcast sarà una sorta di biblioteca del futuro?
No, i podcast saranno, in alcuni casi già lo sono, un ulteriore spazio, un ulteriore settore della biblioteca tradizionale.
Ci si innamora prima della radio o della musica che la radio trasmette?
Visto che hai usato il verbo innamorare mi permetto di usare una metafora al femminile… Tutte le donne sono bellissime, tutte sono straordinarie. Ciascuna di loro ha un guardaroba. Per forza di cose un capo lo puoi trovare in più armadi; questo capo starà bene a qualcuna, meno bene ad altre.
Ma ci si innamora davvero una volta sola, di una donna sola e ricorderai sempre il vestito che portava quel giorno.
Radio Incredibile ha anche uno spazio per la musica inedita, chi volesse sottoporre la propria musica come può contattarvi?
Basta mandarci una mail a info@radioincredibile.com . Le leggiamo tutte e le ascoltiamo tutte.
Il tuo programma ancora da realizzare ma che continui a sognare?
Vorrei iniziare a fare radio di inchiesta, e sto partendo con due progetti, uno sulla legalità e uno sul ritorno, prepotente e violento, dell’eroina.
Grazie Claudio per la tua cortesia e a tutti voi appuntamento con l’ascolto su : http://www.radioincredibile.com/